Home

Alpha Alpha Beta Chapter



Evento Sigma 02-22-20


Cosa significa avere un Chapter Sigma in Italia?

Promuovere lo sviluppo professionale con una prospettiva internazionali, riconoscendo la leadership a livello locale e facilitando lo scambio e il confronto con leader a livello internazionale. Essere parte di una rete di professionisti infermieri che condividono i valori del nursing.

Avere un Chapter Sigma in Italia fa sentire di più vicini/collegati alla comunità infermieristica globale?

Si, le opportunità di collegamento con l’infermieristica globale sono molte e sono estremamente preziose per un paese come l’Italia che ha il suo primo chapter. Avere un chapter nel nostro paese rende più stimolante e meno gravoso portare le istanze del nursing a livello politico e organizzativo perché si è parte di una comunità internazionale di professionisti connessi tra di loro con obiettivi comuni sull’eccellenza infermieristica. 

In che modo?

Le opportunità sono riconducibili alla rete che Sigma International mette a disposizione, la possibilità di partecipare a eventi, connettersi con infermieri a livello locale e internazionale, rimanere aggiornati attraverso le due riviste Sigma, l’accesso alla banca dati Sigma Repository.

Quali sono i vantaggi legati alla membership Sigma ai quali il Chapter italiano è maggiormente interessato e perché?

La ricerca infermieristica in Italia è figlia di una storia recente che ha stimolato ad un aumento rilevante della produzione scientifica nel nostro paese (Sasso et al., 2019). Il vantaggio per un paese come l’Italia riguarda la possibilità di accedere ai finanziamenti di ricerca, essi rappresentano uno stimolo a condurre ricerca di alto livello. L’Italia soffre di una cronica scarsità di bandi di finanziamento di ricerca e, in particolare, per l’infermieristica. Questa condizione spinge molti ricercatori a recarsi all’estero per poter condurre progetti di ricerca. Il progresso delle scienze infermieristiche è legato alla ricerca e alle risorse che vengono investite per tale motivo la rete Sigma faciliterà di essere promotori o collaboratori di nuovi progetti di ricerca infermieristica. Ad esempio, un recente bando di finanziamento del ministero della salute focalizzato su progetti di ricerca per migliorare la clinica e l’assistenza in epoca di covid-19 ha di fatto escluso gli infermieri ad essere sperimentatori principali sulla base dei criteri di eleggibilità fissando un H index non inferiore a 30 senza considerare criteri accademici richiesti per le posizioni all’interno delle singole discipline.

Chi Siamo

Loredana Sasso
Già Professore Ordinario, Università di Genova Membro SIGMA dal 2015

Loredana Sasso già Professore Ordinario per il settore disciplinare Med/45 Infermieristica all'Università di Genova, in Italia, continua a collaborare attivamente come Senior Lecturer e nel campo della ricerca infermieristica. Fondatore e attuale presidente del Chapter italiano SIGMA Alpha Alpha Beta. Dal 2006 al 2009 è stata membro fondatore e presidente a Bruxelles della Federazione europea degli Ordini Infermieristici (FEPI) durante il quale ha lavorato alla creazione del Codice etico e di condotta per gli Infermiere in Europa.

Loredana ha guidato l'istituzione del primo programma di dottorato in Infermieristica in Italia. È membro del Comitato Scientifico del Centro di Eccellenza per la Ricerca Infermieristica a Roma, cofondatore (2012) della Società Italiana di Scienze Infermieristiche (SISI), membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Insieme per Vita agli Anni, ed ex membro del consiglio (1997-2000) e segretario generale (2000-2009) della Federazione Nazionale Infermieristica (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche). Ha istituito la parte italiana dello studio RN4CAST sulla forza lavoro infermieristica, mortalità dei pazienti e turnover degli infermieri. Sasso si è abilitata come professore ordinario di discipline scientifiche generali in scienze infermieristiche cliniche e pediatriche (Settore MED.45) ed è stato nominato Professore Ordinario (2018) presso l'Università di Genova.

 
Annamaria Bagnasco
Professore Associato, Università di Genova Membro SIGMA dal 2015

Annamaria Bagnasco, PhD, MNS, RN, MEdSc, vicepresidente di Alpha Alpha Beta, è professore associato di infermieristica presso il Dipartimento di Scienze della Salute, Università di Genova, Italia. È Presidente del Corso di Laurea Infermieristica e del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche presso la sua Università e membro del Collegio Docenti della Scuola Dottorale in Scienze Infermieristiche. Sempre all'Università di Genova, è Presidente del Master in Infermieristica di Famiglia e Comunità per l'anno accademico 2019-2020

 

Ha 15 anni di esperienza accademica e di ricerca di alta qualità con oltre 200 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e numerosi libri. A livello internazionale ha presentato oltre 40 lavori sottoposti a peer review a conferenze nazionali e internazionali, incluse letture magistrali a congressi internazionali. Dirige e collabora a livello nazionale e internazionale su progetti di ricerca infermieristica ed è stata responsabile/coinvolta in finanziamenti di ricerca e premi dell’Unione Europea, Ministero della Salute, Centro di Eccellenza per la Ricerca Infermieristica di Roma, Italia.

Dal 2016 è co-direttore del Journal of Preventive Medicine and Hygiene (JPMH) e principal investigator o co-investigator di oltre 15 progetti finanziati. Nel 2017 ha ottenuto l’abilitazione scientifica per accedere al ruolo di professore ordinario di discipline scientifiche generali cliniche e pediatriche scienze infermieristiche (Settore MED/45).
È membro del comitato scientifico del Centro di Eccellenza per la Ricerca Infermieristica, a Roma dal 2016.
Dal 2016 è anche membro del Comitato scientifico del Centro di simulazione avanzata dell'Università di Genova.
Da aprile 2019 è membro del Consiglio Direttivodella Società Italiana di Scienze Infermieristiche (Società Italiana di Scienze Infermieristiche - SISI).

 

Milko Zanini
Ricercatore, Università di Genova Membro SIGMA dal 2015

Milko Zanini ha iniziato la sua carriera accademica presso l’Università di Genova nel 2014 dove, oltre agli insegnamenti ai diversi Corsi di Laurea in Infermieristica e in altre professioni sanitare, partecipa e conduce ricerche e progetti nel campo delle Fundamentals of Care, della Qualità e Sicurezza dell’assistenza ed in particolare nella clinica correlata alla gestione dei bisogni di base per soggetti fragili. Dal 2015, con il Consorzio RN4CAST, ha partecipato agli studi sulla determinazione dello staffing infermieristico e sulle conseguenze in merito all’assistenza al paziente ospedaliero sia in setting per adulti che, in seguito, in setting pediatrici. Ha collaborato a numero studi finanziati in ambito Europeo in materia di sicurezza delle cure e per la definizione di modalità efficaci nell’infermieristica territoriale. Le attività di ricerca hanno consentito la pubblicazione di circa 100 tra articoli e testi di cui oltre 90 su riviste specializzate. Si è concentrato negli ultimi dal 2013 nella gestione del rischio di malnutrizione in soggetti con deficit di deglutizione, conducendo studi specifici che hanno portato allo sviluppo di metodologie esclusive di sostegno e supporto a questa categoria di pazienti. L’occupazione precedente lo ha visto responsabile del settore Qualità Sicurezza ed accreditamento nell’ambito del Sistema Sanitario nazionale in una ASL tra le più grandi sul territorio.

 
Gianluca Catania
Ricercatore, Università di Genova Membro SIGMA dal 2015

Gianluca Catania ha iniziato la sua carriera accademica presso l'Università di Genova (Italia) nel 2014 e da allora, oltre agli insegnamenti, ha condotto numerosi studi di ricerca e progetti nel campo della qualità e sicurezza dell'assistenza infermieristica, e nell’ambito dell’infermieristica in oncologia e cure palliative con oltre 90 pubblicazioni su riviste specializzate. Nel 2005 ha pubblicato i suoi studi in ambito oncologico e di cure palliative. Nel 2015 ha iniziato a condurre studi con il consorzio internazionale RN4CAST; da allora ha condotto numerosi progetti di ricerca nazionali finanziati su argomenti specificamente legati al personale infermieristico, allo staffing, skill-mix e missed care. In relazione a questi argomenti, ha costruito e mantenuto contatti di lunga data e ha collaborato con esperti internazionali di fama in questo campo, che sono anche partner di alcuni proposte di ricerca per il programma Horizon2020. Soprattutto negli ultimi 5 anni, Gianluca Catania ha concentrato il suo lavoro nell'esplorazione dell'associazione tra assistenza infermieristica e cure mancate, sullo staffing, la sicurezza dei pazienti e la soddisfazione degli infermieri. Nel 2017, ha vinto la borsa di studio Fulbright Research dalla Commissione Fulbright USA-Italia e si è trasferito a Filadelfia per dieci mesi, dove ha condotto il suo lavoro di ricerca presso il Center for Health Outcomes and Policy Research (CHOPR) dell'Università della Pennsylvania, School of Nursing. Ha lavorato con la professoressa Linda Aiken e il suo staff nell'assistenza infermieristica in ambito pediatrico. Al momento Gianluca è senior fellow presso il CHOPR.

 

Bruno Cavaliere
Direttore Professioni Sanitarie, Ospedale Policlinico San Martino

Direttore U.O.C. Direzioni Professioni Sanitarie Ospedale Policlinico San Martino di Genova. Presidente Società Italiana per la Direzione e il Management delle Professioni Infermieristiche S.I.D.M.I. Dal 1999 si è occupato di  “complessità assistenziale” proponendo la metodologia ICA.
Ricopre numerosi incarichi di insegnamento relativamente al management sanitario
Bruno Cavaliere è autore di testi inerenti la complessità assistenziale, clinical governance e di tematiche relative alla governance degli staffing come ad esempio la turnistica o le matrici organizzative.
Collabora con la Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (FNOPI) per molteplici commissioni di lavoro.

 
Anna Porta
già Coordinatore Corso di Laurea Infermieristica, Polo Galliera, Università di Genova







Donazioni

Sostieni Alpha Alpha Beta Chapter a supportare la crescita degli studenti infermieri e i professionisti impegnati a garantire appropriati interventi di assistenza infermieristica per il benessere e la sicurezza delle persone assistite, attraverso lo sviluppo della ricerca infermieristica e il confronto internazionale. 

La tua donazione sosterrà iniziative finalizzate a promuovere elevati  standard infermieristici per il miglioramento dei servizi per la salute e l’assistenza ai cittadini.

ααβ Chapter  rendiconta in modo trasparente utilizzo e  finalità delle donazioni ricevute.

Come donare:
  • Bonifico Bancario a questi estremi : Intestato a Alpha Alpha Beta Chapter Genoa University Nursing Honor Society , IBAN IT37 W030 6234 2100 0000 2002 303, C\C 2002303 banca Mediolanum.
  • Tramite Carta di Credito,  a questo link,  acquistando un numero  di “Unità di Donazione” dal valore di 1€ desiderato. 
  • Attraverso Paypal, premendo questo link.

Alpha Alpha Beta Chapter aderisce alla campagna “Plastic Free” del Ministero dell’Ambiente

Di seguito le linee guida del Ministero dell’Ambiente:
  • Applicare la regola delle 4 R: riduci, riutilizza, ricicla, recupera.
  • Eliminare la vendita di bottiglie di plastica dai distributori e sostituire la fornitura con distributori di acqua alla spina allacciati alla rete idrica.
  • Eliminare gli oggetti di plastica monouso come bicchieri, cucchiaini, cannucce e palette di plastica.
  • Limitare la vendita di prodotti con imballaggio eccessivo (merendine, biscotti, succhi di frutta confezionati).
  • Fornire o invitare studenti, docenti e personale tecnico a portare una propria tazza o borraccia per consumare bevande calde e fredde.
  • Non utilizzare plastica monouso durante eventi e/o riunioni
  • Promuovere azioni di sensibilizzazione sull’importanza di ridurre l’inquinamento da plastica tra studenti, docenti e personale tecnico
  • Farsi ambasciatori della campagna #PlasticFree con altre Università
 
Alpha Alpha Beta Chapter si impegna ad applicare le linee guida del Ministero dell’Ambiente in tutte le attività e ad evitare l’utilizzo della plastica usa e getta.

Sito esterno




Discussione

Log in to see this information

Either the content you're seeking doesn't exist or it requires proper authentication before viewing.

News del Chapter

  • DANGEROUS MANOEUVRES

    Return to the past!
    In Italy nurses' entry-level education has been at University level with the Bachelor's Degree for over 20 years. The nurse educators are highly qualified and there are many of them, and they cannot be substituted by other professionals.
    Our full support to the action that the Italian Nurses Regulatory board is taking
  • See Genoa as you have likely never seen it before.

    See Genoa as you have likely never seen it before. We invite all the Sigma members to enjoy Genoa with a spectacular view taken from a drone.
  • Alpha Alpha Beta Chartering Recognised in RNL

    Our Chapter has been recognised in "Reflection on Nursing Leadership, where authors describe our path, goals and willings for the brand new Italian Chapter.
    We're proud to share the contents with you.
  • COVID-19 Emergency: Experiences of Italian Nurses

    Right now, every Italian nurse is living an experience that is reshaping professional practice and personal life, and we do not want this lived experience to be lost.


    Through this qualitative research, the University of Genoa (Italy), together with the Department of Health Sciences and the Genoa University Nursing Honor Society (GNHS), are committed to sharing this experience nationally and internationally.

Eventi del Chapter


Log in to see this information

Either the content you're seeking doesn't exist or it requires proper authentication before viewing.